RIFLESSOLOGIA PLANTARE

RIFLESSOLOGIA PLANTAREUN’ARTE ANTICHISSIMA, UNA SCIENZA MODERNA, UN BENEFICIO QUOTIDIANO Dall’India e dalla Cina, dove era praticato già nel 5000 a.C., il MASSAGGIO PLANTARE si è evoluto ed è arrivato fino ai giorni nostri.Non è un banale ‘massaggio’: è una tecnica di MICROSTIMOLAZIONE puntiforme, applicata sui piedi; secondo la tradizione, la pressione delle dita influenza i campi energetici dell’organismo, seguendouna mappa di SPECIFICI PUNTI, relazionati con i vari ORGANI e APPARATI.Il principio generale, ancora adesso alla base di questa tecnica, è che la stimolazione consente di esercitare un’AZIONE PREVENTIVA e DI INTERVENTO su eventuali SQUILIBRI dell’organismo e la riflessologia plantare, ereditata dalla medicina Ayurvedica, è abbastanza diffusa anche in Occidente.La RIFLESSOLOGIA OCCIDENTALE, a differenza di quella Orientale, opera al di SOTTO DELLA SOGLIA DEL DOLORE, generando una condizione di PROFONDO RELAX del paziente; il beneficio è immediato e deriva dall’importanza che la MENTE riveste sull’origine dei disturbi fisici (principio OLISTICO).Oggi la pratica si fonda su basi più SCIENTIFICHE;IN CHE MODO agisce, quindi, il massaggio?Innanzitutto, genera una STIMOLAZIONE NERVOSA, sfruttando la relazione fra le terminazioni del punto riflesso e quelle dell’organo o dell’area del corpo che si intende sollecitare.Inoltre: stimola la LIBERAZIONE di ORMONI(endorfine), con conseguente azione rilassante e terapeutica su tutto l’organismoE, ancora, stimola il SISTEMA LINFATICO e ha effetti diretti sulla CIRCOLAZIONE SANGUIGNA, favorendola e diminuendo la presenza di scorie nel sangue e nei tessuti.E COME CI AIUTA, IN CONCRETO, questa preziosa pratica?Il beneficio è DUPLICE: consente di RIDURRE e,talvolta, ELIMINARE l’assunzione di farmaci, soprattutto nei casi in cui se ne fa un uso inappropriato o eccessivo.Secondo aspetto, attraverso la riflessologia plantare si può eseguire un trattamento EFFICACE laddove è DIFFICILE, se non addirittura sconsigliato o IMPOSSIBILE, intervenire localmente, in modo diretto.Ricorriamo all’ESEMPIO classico di un DOLORE CERVICALE, associato a un’INFIAMMAZIONE dei nervi del colloL’ESPERTO RIFLESSOLOGO stimolerà opportunamente i punti del piede più indicati al caso, procurando nella persona trattata un BENEFICIO sia dal punto di vista del DOLORE, con conseguente riduzione o eliminazione del ricorso agli analgesici e, SOPRATTUTTO, riuscirà a TRATTARE L’INFIAMMAZIONE (cioè la CAUSA) senza manipolazioni dirette, rischiose e nocive delle vertebre cervicali e dei nervi del collo.In più, come detto, il rilassamento indotto dal massaggio garantisce una sensazione di benessere immediato alla persona che vi si sottopone.Ricorrere, quindi, a questo trattamento non è indicato solo in casi… ‘acuti’, ma può intelligentemente diventare una piacevole e salutare ABITUDINE nell’ambito delle cure da riservare al proprio CORPO e …. alla MENTE!!