MASSAGGIO SPORTIVO

Il massaggio sportivo è una manipolazione particolare che prepara, rilassa e aiuta gli atleti e non. Può essere utile prima e dopo gli allenamenti, così come prima e dopo una gara. Esistono delle tecniche connesse e specifiche per lo sport in cui l’atleta in questione si impegna. Le manovre si concentrano sulle aree del corpo che sono più utilizzate e stressate da movimenti ripetitivi e spesso aggressivi (solitamente gli arti).

Alcuni aspetti della terapia di massaggio sportivo stanno guadagnando gradualmente sempre più popolarità, e stanno diventando dei componenti utili, fondamentali ed insostituibili in un regime di allenamento equilibrato. Diventa una vera e propria terapia costante che può essere utilizzata come un mezzo per migliorare la preparazione pre-evento e ridurre i tempi di recupero per le massime prestazioni, durante l’allenamento o dopo un evento.

Gli atleti che hanno scoperto il massaggio sportivo, lo adorano letteralmente, anche perché è appositamente progettato per promuovere la flessibilità, ridurre la stanchezza, migliorare la resistenza, e soprattutto aiuta a prevenire gli infortuni più o meno gravi. In più, prepara sia il corpo che la mente al traguardo da raggiungere e al fine di ottenere e condurre delle prestazioni ottimali. Il massaggio sportivo è adatto per tutti coloro che si dedicano ad una regolare attività fisica. Per coloro che non sono atleti professionisti, la terapia può essere effettuata ogni settimana o anche ogni due, oppure può essere regolare quanto l’allenamento. Ad ogni modo, in questi casi, è sempre meglio regolarsi in base al programma di allenamento, al livello di attività e di intensità degli esercizi.

Il massaggio sportivo dovrebbe svolgere un ruolo importante nella vita di ogni sportivo, anche quando si è subito un infortunio. Questo perché la manipolazione, ad ogni modo, comporta una serie di vantaggi sia fisici, che fisiologici e psicologici. Dona energia e un livello di rilassamento impressionante, soprattutto ai muscoli più affaticati, dove solitamente sarà indirizzato ed incentrato il massaggio.

Questo insieme di particolari e localizzate manovre, può aiutare a mantenere il corpo in generale condizioni migliori, prevenire gli infortuni e la perdita della mobilità, curare e ripristinare la mobilità al tessuto muscolare danneggiato, aumentare le prestazioni e prolungare la durata complessiva della carriera sportiva di ogni atleta e non.

Per quanto riguarda gli effetti fisici del massaggio sportivo, si può sicuramente dire ancora di più. I movimenti e gli sfioramenti effettuati durante la manipolazione andranno a lavorare sui muscoli,  sui vasi sanguigni e sul sistema linfatico.

In alcune fasi, il massaggio è più profondo e crea dei pori nelle membrane di tessuto che consentono ai fluidi e sostanze nutritive di entrare nei punti giusti. Questo aiuta a rimuovere i prodotti di scarto come l’istamina e ad incoraggiare i muscoli a prendere invece con sé ossigeno e nutrienti che aiutano a recuperare più velocemente dopo un infortunio, o semplicemente per riprendere le forze.

Il massaggio può allungare i tessuti che non possono essere allungati nei metodi usuali. I fasci di fibre muscolari vengono allungati longitudinalmente e lateralmente. La manipolazione può anche allungare la guaina o fascia che circonda il muscolo, così potrà avvenire il rilascio delle tensioni o pressioni accumulate.

Queste tecniche aiutano anche per quanto riguarda la presenza del tessuto cicatriziale. Esso è il risultato di lesioni o traumi precedenti e può allegarsi ai muscoli, ai tendini ed ai legamenti. Questo può portare i tessuti a diventare più rigidi e ad essere più soggetti a danni e dolore.

Un duro allenamento può renderli rigidi e può diminuirne l’elasticità. Questo è uno dei motivi per cui un duro allenamento non può tradursi in un miglioramento. Il massaggio aiuta a invertire in questi casi allungando i tessuti.

Poi va ad aprire la micro-circolazione, facendo aumentare il flusso di sangue. È anche in grado di dilatare i vasi sanguigni ed estenderli. Questo permette alle sostanze nutrienti ed all’ossigeno di passare più facilmente attraverso la muscolatura. I risultati non si mostreranno soltanto nella zona trattata ma si irradieranno e questo farà della manipolazione un perfetto massaggio sotto diversi punti di vista.

Nel Massaggio pre-gara  verranno eseguiti dei movimenti repentini e ripetuti con una pressione medio bassa per andare così a sovreccitare la muscolatura al fne di renderla molto più reattiva e prevenire fastidiosi crampi durante l’attività.

Mentre nel massaggio post-gara i movimenti saranno molto più lenti ma profondi al fine di distendere le fasce muscolari e rendere il recupero dell’atleta molto più rapido.